castelli design competition - scrivania sospesa "Emma"

Progetto menzionato – Pubblicazione nella rivista Domus

Anno: 2012

Nuovi modi di lavorare. Mai come in questi ultimi anni abbiamo assistito ad una smaterializzazione del lavoro, a forme di contrattazione più dinamiche, alla condivisione di luoghi di lavoro, al lavoro da casa. Flessibilità, dinamismo, capacità di adattarsi al cambiamento sono imperativi a cui poche persone ormai possono permettersi il lusso di sottrarsi.

Le nuove forme di contrattazione, di condivisione dei luoghi di lavoro o del telelavoro implicano una differente gestione degli spazi.

 Può capitare ad esempio che una postazione di lavoro possa essere usata durante l’arco della giornata da diverse persone, o dalle stesse ma per per differenti usi. Oppure, può capitare che il lavoratore  necessiti di uno spazio di lavoro a casa che sia al tempo stesso funzionale, ma che consenta di essere riordinato velocemente o venga convertito ad altri usi quando non si lavora.

La scrivania sospesa Emma è pensata per rispondere a tutte queste esigenze, con un design che tende a mantenersi neutrale rispetto all’ambiente. Nasconde i fili e raccoglie al suo interno oggetti e strumenti di lavoro, dando un senso di ordine, sia mentale che fisico.

Nuovi modi di lavorare: la scrivania sospesa Emma nasconde i fili e raccoglie al suo interno oggetti e strumenti del lavoro, dando un senso di ordine, sia mentale che fisico.